EccEccoci qua. Veniamo a noi. La "gentilissima" amica mia di "blog" Katia mi ha passato la catenella e così,  l’ho tirata subito, perchè altrimenti sarebbero passati giorni prima di riuscire a mettere insieme due parole – in più mi era venuto il blocco dello "scrivano" che come potete ben vedere è passato. Buona lettura, se ci riuscite!

 

1)      Partendo dal presupposto che non mi conoscete vi dovrei fornire le mie generalità, ma in parte quelle le vedete dalla foto (sorridente) in alto, di presentazione del blog. Comunque sono nata il 29 maggio del … a Sesto San Giovanni (MI) dove ho vissuto per 15 anni – e vi comunico ufficialmente  (questa  mia affermazione vi farà rabbrividire, già lo so), che proprio lì ho mangiato la pizza più buona della mia vita (non sto scherzando). Io sono una patita della pizza, la adoro, ma come la mangio nella pizzeria del mio amico Americo, non l’ho mai mangiata da nessuna parte (sono pronta a fare confronti di ogni genere, se volete portarmi nelle vostre pizzerie di fiducia, anche a vostre spese :O) sono disponibile. Che non sia mai detto che Giovanna si tira indietro). Almeno una volta all’anno ci torno sia per stare con i miei amici, sia per mangiare la pizza Fantasia: pomodoro, mozzarella, funghi e prosciutto cotto. Ecco…ora mi è venuta fame! Vabbè andiamo oltre!

 

2)      Il viaggio più bello che abbia fatto in vita mia è stato in pullman (state rabbrividendo di nuovo, dite la verità) – per la precisione, la prima parte del viaggio in treno: Caserta – Alessandria. Da Alessandria siamo partiti e siamo andati in Olanda, mamma mia quanto è bella. E’ piena di colori, di vita, di Coffee Shop. La gente è meravigliosa. E poi sanno tutto. Figuratevi (e questa è un’altra cosa che dovrebbe essere un punto a parte, ma vabbè, sono buona e lascio correre) ho la testa vuota. Ogni volta che vado in un posto lascio qualcosa. Una volta ho lasciato l’orologio sul lavandino del bagno in un autogrill (da allora l’orologio non lo tolgo più). Una volta ho lasciato la macchina fotografica in Trentino e la signora dell’albergo è stata così gentile da mandarmela a casa a sue spese. Grazie infinite. Comunque, torniamo a noi, andavo in giro con i miei amici e ci siamo fermati in un locale del paese dove alloggiavamo. Nel locale ho scordato la macchina fotografica. In albergo è tornata prima la macchina fotografica e poi io (non era l’unico albergo).

 

3)      Ok sarò più breve. Da piccola giocavo a pallavolo ma non sopportavo i giri di campo prima di iniziare a giocare. Non ce la facevo proprio. Però mi piace tanto anche giocare a tennis e il gioco che mi piace di più è: palla prigioniera! Cerco sempre qualcuno con cui giocare. Ma siete sempre tutti impegnati. E dai, e su, e forza…

 

4)      Quando abitavo ancora a Sesto, mi divertivo ad andare sui pattini. Mi conoscevano tutti (a dire il vero, anche ora, dove abito mi conoscono tutti). Abitavo nella piazza adiacente al comune e c’erano i portici tutt’intorno. Belli i pavimenti lisci lisci (a parte quando si trovava una gomma consumata dal tempo…). Tutti i pomeriggi scendevo e andavo a pattinare. C’era la fornaia che mi dava la colazione, il signore che vendeva carta da parati (se non ricordo male), che si chiamava Brizio e se avevo qualche problema con i pattini lui me li sistemava. C’era la gelateria (c’è ancora), troppo bella. Si chiama Sogni. E poi…c’era il comune storto…(appena possibile metterò una foto).

 

5)      Mi trucco (no, non è vero, non mi trucco) raramente e poco. Da quando porto i capelli corti corti però, ogni tanto mi sono truccata, sennò qualche anziana signora mi diceva: “ma che bel giovanotto!” (non sto scherzando. Non la vedete la faccia seria?) Una volta stavo tornando a casa in auto e sono passata davanti ad un ragazzino in bicicletta mi guarda e grida: “me pari na ragazza!”. In quel momento ho avuto una piccola crisi d’identità. E’ passata subito però. Ho abbassato il finestrino e ho detto: “sono una ragazza”. Che mortificazione della femminilità. Ma vi sembro un ragazzo ?!? E che miseria!

 

6)      Adoro i cornetti (o come li chiamate voi, brioches) caldi, fragranti e senza nessun tipo di crema. Mi piace tanto la panna montata…Ho deciso, un giorno farò un bagno nella panna montata o forse…una passeggiata tra le nuvole…che è meglio!

 

7)      Ecco l’ultima cosa che non sapete di me. Questa è difficile. Non mi viene nulla. Ah ecco! Cosa voglio fare da grande? Prima di arrivare alla certezza del mio lavoro, ne ho cambiati tanti, mi butto a fare qualunque cosa. Ho fatto “pratica” di avvocato, l’assicuratrice, la rappresentante di profumi, la ragioniera, la segretaria, l’organizzatrice di eventi, ho costituito un’associazione e ne ho organizzata un’altra. Ho costituito una società di hardware e grafica e ho scoperto l’amore per i colori e oggi sono graphic designer, ho fatto la giornalista  (e da giovedì, addetto stampa) e prima o poi diventerò psicologa. E intanto associando le ultime tre attività sta partendo un nuovo progetto… e … basta sono arrivata a sette…il resto alla prossima catena!

 

Ora [è tardi per scegliere le persone a cui passare la catena…quindi lo farò domani! Perchè domani è un altro giorno!]

E

e siccome, a quanto pare, oggi è già domani,

vi comunico i nomi dei prescelti per continuare il gioco:

1) Vinny Blog

2) Bimba

2) FàM!$H3d

…e poi…(un pò di suspense per gli altri due…)

Annunci

Pubblicato il giugno 20, 2007 su Curiosità. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 7 commenti.

  1. Adoro la "bella" gente che parla di sé e del proprio passato con una sorta di brividi al cuore.. trapelano in ogni riga.. Dovrei tornare a raccontare più quel che sono rispetto a cosa faccio..V.

  2. Tu comunque sei proprio un mito 😀
    una curiosità…ma per caso sei logorroica? ho un pò paura  a trovarmi tra le tue grinfie un giorno di questi…secondo me non mi molli più. Parti da un fatto e voli a tutto un altro fatto pèerò devo darti atto che ti fermi da sola e ritorni sulla retta via 😉
     
    Io voglio venire ad assaggiare la pozza a Milano…però devi confessare che il pizzaiolo è napoletano…su avanti, confessa!!!!
     
    Io ho visto Amsterdam: non ho molti altri termini di paragone di città straniere ma questa mi è piaciuta tantissimo.  
     
    Sai quale gioco di palla non mi piace tanto? sette si schiaccia. Marò, l\’idea che qualcuno ha il permesso di schiaffarti una palla in faccia ( e di solito con tutta la cazzimma che c\’ha in corpo) proprio non mi va. Uffà
     
    bellissimo sto fatto che sei una graphic designer!! dovevo immaginarlo da tutti questi fatti che fai con le foto 🙂 ps: ma non fai troppe cose???
     
    un bacio
     
     
    ps: ma quel"gentilissima" iniziale mi sa un pò di ironico. Mica è ironicooooo?????

  3. Oggi ascoltavo Fabio e pensavo a te. Pensavo che stavi ascoltando e dicevo fra me e me: bravo Fabio, questo fatto piacerà a Giovanna. 😀
     
     
    Ehm, suggerimenti per studiare quando non ti va….il primo sarebbe: spegni il computer. Questo fatto mi fa nascere un dubbio: se ai miei tempi (marò quant sò vecchia…mi sonolaureata nel 2002). Dicevo, se ai miei tempi ci fossero stati i blog e msn  io non mi sarei mai laureata. Ma ti rendi conto? io perdo una marea di tempo qua vicino. Non vorrei usare il termine: "perdere tempo" perchè in fondo comunico con le persone vere e questo mi fa piacere ma cmq non avrei studiato più e non mi sarei più laureata. Si, avrei avuto un sacco di amici in più ma senza laurea 😀

  4. Weeeeeeeeee….è proprio passato il blocco dello "scrivano" eh eh eh!!!
    Ciao fiorellino…quante cose sai fare!!!
    Una cosa abbiamo in comune..un amore..lo avresti mai detto?????
    LA PIZZAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
    ci farei colazione, metà mattina, pranzo, merenda, cena e..spuntino prima della nanna.
    Non c\’è cosa che mi piaccia di più…forse solo le melanzane alla parmigiana reggono il confronto.
    Mi hai chiesto se…sono stata brava ed ho seguito i miei..consigli..beh..ci provo.
    Sai..ci sono talmente tante persone abituate a..comprare gli altri..che quando s\’incontra una come me ..si pensa..ecco..che cavolo vuole costei?In realtà sono una "affettiva..vado solo dove mi porta il cuore..e faccio solo quello che mi dice.Non conosco le..strategie ..ma questa affettività mi ha fregata fin troppo fino ad oggi..e quando faccio qualcosa la gente mi chiede..ma cosa ne hai in cambio?Io vorrei dire..un pò di calore..il senso di utilità..l\’amicizia..ma pare che siano idiozie per alcuni..per cui..dichiaro guerra a me stessa…e lancia in resta..voglio pubblicamente mandare al diavolo tutti quelli che mi ci hanno mandata…passando dai baci e bacini ( e altrettanto pubblicamente dico..detesto troppe smancerie da chi sa appena il mio nome) alla presenza quotidiana..al vaff..per strane convenienze..per punire altri..perchè io ero "perdibile"..ecc ecc. Mi torna in mente quel file che mi ai mandato..sulle finestre sporche..se fossi capace lo pubblicherei per farlo leggere a tutti..ma siccome non credo molto nella capacità di certi "ego" megagalattici di fare introspezione..ti dirò..l\’importante x la mia vita è che certe cose le abbia capite io.
    Che dici? Abbastanza combattiva?
    Mah..non credere…mi si compra con una mollica di pane…ma sto iniziando a stancarmi.
    Mamma mia che..lungaaaaaaaaa che sono stata..
    chiedo venia.
    Buonanotte e baciotti.
    Cris

  5. Ciao carissima!!!
    grazie dell\’augurio di buon 2° inizio!!!
     
    Anche se mi ero allontanata….ogni tanto facevo un giretto….e la voglia di tornare a scrivere diventata sempre più forte, ma dovevo cambiare pagina…..
     
    ti abbraccio

  6. Questa è la prima sera che ho un po\’ di tempo per me
    è da secoli che non ti sento
    ma passo solo per un salutino
    dopo tre settimane di lavoro intensissimo
    vado a letto presto
    leggerè il tuo lungo post al più presto
    lo prometto
    intanto ti auguro una buona notte
    e un buon week end
    maura

  7. POETESSA E SCRITTRICE… INSOMMA UNO SPIRITO FELICE… VORREI ESSERE COME TE , MA MI ACCONTENTO DI CIò CHE HO dal tronte nn scegliamo noi chi essere o come vivere; lo costruiamo pian piano inconsapevolmente mentre viviamo per quanto ci è possibile farlo 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

L' Aurora di Leyla

…a te che sei qui con me, confuso nel mio respiro, dove non esistono confini, dove ogni silenzio è musica.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Gli Amabili Libri

Che altri si vantino delle pagine che hanno scritto. Io sono orgoglioso di quelle che ho letto.

maplesexylove

_Fall in love with style_

" i cunti"

Racconti e conversazioni dal Salento

LA PAGINA DI NONNATUTTUA

La strada giusta è quel sentiero che parte dal Cuore e arriva ovunque

Diabetic World Traveler

¿Quién dijo que la diabetes fuera un límite? Que nada te impida perseguir tus sueños...

elinepal

Mi ci mancava solo il Blog

SIGNORASINASCE by Stefania Diedolo

Si finisce sempre per dare il bacio della buonanotte alla persona sbagliata. Arthur Bloch

La Metamela

Nella citta’ della moda e degli aperitivi....e in un mondo dove se non ti sposi e non fai figli ti considerano «strana» come sopravvive una single?

OggiScienza

La ricerca e i suoi protagonisti

MiSCRI20

"scrivere a questo mondo bisogna, ma pubblicare non occorre"

GPM

Un blog dinamico per i veri appassionati di ciclismo.

Pensieri lenti

idee spunti testi saggezza poesia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: