Archivio mensile:marzo 2008

 

 

“Mi disse che da lei te n’eri andato,

ed a lui mi volesti rammentar;

lei poi mi diede il mio certificato

dicendomi: ma tu non sai nuotar.

Egli poi disse che non ero andato

(e non si può negar, chi non lo sa?)

e se il negozio sarà maturato,

oh dimmi allor di te che mai sarà?

Una a lei diedi, ed essi due le diero,

tu me ne desti tre, fors’anche più;

ma tutte si rinvennero, — o mistero!

ed eran tutte mie, non lo sai tu?

Se lei ed io per caso in questo affare

misterioso involti ci vedrem,

egli ha fiducia d’esser liberato

e con noi stare finalmente insiem.

Ho questa idea che prima dell’accesso,

(già tu sai che un accesso la colpì),

un ostacol per lui, per noi, per esso

fosti tu solo in quel fatale dì.

Ch’egli non sappia chi lei predilige

(il segreto bisogna mantener);

sia segreto per tutti, chè qui vige

la impenetrabile legge del mister.”

 

da Alice nel paese delle meraviglie

 

 

“Vivere si può

se leggero senti il cuor

perchè oggi, io sò

che il segreto per esser sereni come un fior

non è esserci, ma non esserci

E questo nell’animo fa furor

Se io in me non son

vivo la vita e sento la passion

se in me io son, il pensiero

ruba vita al giorno intero

ed io trascinata da paure ed eventi son”

 

da Semplicesai nella vita delle meraviglie

 

 

 

 
 
iniziamo la settimana con il sapore di una sana risata
 
    
 
  
 

 

Dimmi come ridi e ti dirò chi sei…
Antonella Lucato

 

la risata "ah, ah, ah": la "a" è la vocale delle risate di vero cuore, vitale, aperta e solare come la personalità di chi ride in questo modo.

 

la risata "oh, oh, oh": caratteristica di chi apprezza la buona cucina e si sente a proprio agio soprattutto in una tavolata di amici. La risata in "o" è grassa o di pancia

 

la risata "eh, eh, eh" : risuona nella gola, che fa da ponte tra la testa e il cuore, tra le emozioni e la razionalità. E’ la risata caratteristica di chi privilegia la razionalità nel lavoro e nelle relazioni. Sarcastica e pungente ha spesso per bersaglio qualcosa o qualcuno. Può esprimere cinismo, difficoltà di contatto affettivo, tendenza a fuggire le emozioni.

 

la risata "ih, ih, ih": vibra nel naso e nella testa, ed è piuttosto mentale e controllata. Così è la risata del sarcastico, di chi sta reprimendo l’aggressività. Sembra più una scarica nervosa che un atto piacevole. Comunica spesso disagio, tensione o nervosismo, e può significare un’aggressività repressa che sceglie questo modo per esprimersi.

 

…e tu come ridi?…

  

 

 

 

   

 

Buona Pasqua

 semplice

Buona Pasqua

 

vera

Buona Pasqua

ricca d’amore

 

 

pasqua non è la festa di un giorno.

è sempre. ogni volta che il

cuore trova pace e riesce

ad illuminarsi di gioia, vita, colore.

 

Non tutti i giorni sono

uguali dobbiamo solo imparare

a tirar fuori da ognuno di essi

il meglio che c’è: nei bambini lo

chiamiamo stupore…

 

e allora il mio augurio “verbale” è….

 

 

STUPIRE

COLORARE

VIVERE

 

  

 Giovanna Giaquinto

 

(per sorridere)

 

 

  

 

 

 

   

 

 

Primavera è…

Are Ere Ire

i verbi per stupire

 

Gioire

Scoprire

Dormire

Sentire

Fluire

Comparire

Fiorire

Spedire

Frinire

Garrire

Percepire

Vestire

Svanire

Cucire 

Custodire 

Primavera è

Tutto quel che si può fare

Quando si è liberi di sperare

Amare

Giocare

Sognare

Emozionare

Colorare

Aspettare

Decorare

Immaginare

Selezionare

Desiderare

Suonare

Appassionare

Insegnare

Affrontare

Illustrare

Inventare

Liberare

Cambiare

Incontrare

Camminare

Respirare

Raccontare

Rilassare

Germogliare

Canticchiare

Primavera è

Creare, inventare e sorprendere

con parole vere e sincere

Vivere

Sorridere

Leggere

Tendere

Comprendere

Attendere

Apprendere

Dipingere

Splendere

Intraprendere

Rispondere

Intendere

Avvolgere

Dirigere

 

 

   

 

 
 
Benvenuta primavera
se il cielo è blu oppure rosso appare
sei piena di colore e si può ben sperare.
 
Or mi tocca da qualche parte cercare
quel sole così splendente
che sia pronto ad abbagliare
chi si accontenta e vuol godere
di quel poco che può ottenere
semplicemente lasciando fare.
 
E’ arrivato il momento di cambiare
non si può lasciar perdere
 ancor prima di tentare.
 
Primavera è sperare
è gioire, sorprendere e inventare
e allora tuffiamoci nella vita
che è il momento di sognare
 
 
 Giovanna Giaquinto
  
 

 

ecco la mia risposta al post di katia

 

un sorriso

 

 

 

 

 
Che allegria, vivere e sentirsi vissuto.
Arrendersi alla grande certezza, oscuramente,
che un altro essere, fuori di me,
molto lontano
mi sta vivendo.

Cammino
senza i miei passi, con altri, là lontano, e lì
sto baciando fiori, luci, parlo.

Che esiste un altro essere con cui io guardo il mondo
perchè sta amandomi con i suoi occhi.

Che esiste un’altra voce con cui io dico cose
non sospettate dal mio gran silenzio;
ed è che anche mi ama con la sua voce.
E quando lei mi parlerà
di un cielo scuro, di un paesaggio bianco, ricorderò
stelle che non ho visto, che lei guardava,
e neve che nevicava nel suo cielo.

Con la strana delizia di ricordare
di aver toccato ciò che non toccai
se non con quelle mani
che non raggiungo con le mie, tanto distanti.
 
 (P. Salinas dal Volo del Mattino)
 

 

 

 

 
 
e…visto che la vita è musica
ve ne regalo un pò
per poter sorridere insieme.
 
(Gg)
 
 

 

◘  ◘ 

 

 

La m o r e  è.
 
Nell’amore
 
il t e m p o  non è(Gg)
 
 
 
 

◘  ◘ 

   

 

 
 
..non posso dirti di non lamentarti
non posso dirti di non essere triste
nè di non essere dispiaciuto
ma anche se potessi non lo farei mai
perchè ho rispetto di te e dei tuoi pensieri
 
posso solo dirti che per ogni tuo "uffa"
per ogni tuo "però" o "perchè?"
c’è qualcuno che, ad occhi spalancati
e con l’innocenza di chi non ha nulla,
o meglio, ha tutto, perchè non c’è niente
di cui si è appropriato dirà:
 
"che bello"
 
…e tu cosa mi dici ?
 
 
 

 

quando il bambino era bambino, se ne andava a braccia appese. voleva che il ruscello fosse un fiume, il fiume un torrente, e questa pozza il mare.

 

quando il bambino era bambino, non sapeva d’essere un bambino. per lui tutto aveva un’anima, e tutte le anime erano tutt’uno.

 

quando il bambino era bambino, su niente aveva un’opinione. non aveva abitudini. sedeva spesso a gambe incrociate, e di colpo sgusciava via. aveva un vortice tra i capelli, e non faceva facce da fotografo.

 

quando il bambino era bambino, era l’epoca di queste domande: perché io sono io, e perché non sei tu? perché sono qui, e perché non sono lí? quando é cominciato il tempo, e dove finisce lo spazio? la vita sotto il sole, é forse solo un sogno? non é solo l’apparenza di un mondo davanti a un mondo, quello che vedo, sento e odoro? c’é veramente il male? é gente veramente cattiva? come puó essere che io, che sono io, non c’ero prima di diventare? e che un giorno io, che sono io, non saró piú quello che sono?

 

quando il bambino era bambino, per nutrirsi gli bastavano pane e mela, ed é ancora cosí.

 

quando il bambino era bambino, le bacche gli cadevano in mano, come solo le bacche sanno cadere. ed é ancora cosí. le noci fresche gli raspavano la lingua, ed é ancora cosí. a ogni monte, sentiva nostalgia di una montagna ancora piú alta, e in ogni cittá, sentiva nostalgia di una cittá ancora piú grande. e questo, é ancora cosí. sulla cima di un albero, prendeva le ciliegie tutto euforico, com’é ancora oggi. aveva timore davanti ad ogni estraneo, e continua ad averne. aspettava la prima neve, e continua ad aspettarla.

 

quando il bambino era bambino, lanciava contro l’albero un bastone, come fosse una lancia. e ancora continua a vibrare. (grazie peter handke )

 

 

 

 
…e poichè oggi è san foca…
(cantiamo insieme)
 

 

oje foca oje foca mia

oje core ‘e chistu core,

si’ stata ‘o primm’premie:

o primmo e ll’ultimo  sarraje pe’ me!

 

Scrivo sempe ‘e stà cuntenta:

io nun pienzo che a te sola:

nu pensiero mme cunsola;

ca tu pienze sulamente a me ….

‘A cchiu bella ‘e tutt”e foche

nun è maje cchiù bella ‘e te!

 

[ …oje Foca…]

 

e con la musica ancora in sottofondo vi comunico

ufficialmente che il Blog di Donnarock ha assegnato,

alcuni giorni or sono, il premio FOCA L PRIDE

 

"and the winner is":

 

S E M P L I C E S A I

 

con la seguente motivazione:

 

Il premio Foca Fantasia va a Semplicesai per la sua straordinaria

 

capacità di vivere di fantasia e sorrisi (blog intriso di semplicità)
 
 
 

faranno seguito ringraziamenti e attribuzione nuovii premi

 
 

 


 
 
voce
nasce in un cuore caldo
invade un mondo freddo
sussurrando parole d’amore
che accarezzano l’anima di chi sa ascoltare
 
(Gg)
 
 

 
 
…ascoltate mai la vostra voce?
 
 
In questo mondo "virtualblog" 
fatto di parole silenziose,
di immagini e suoni di ogni genere,
mi vien voglia di conoscere la vostra voce.
 
Ieri pensavo alla mia
e mi rendo conto che è strana.
…ho due modi di pronunciare le parole.
 
Diciamo che ho due tipi di voce:
 
1. VOCE QUOTIDIANA:
 
piena di inflessioni, con cui gioco e mi diverto,
è un pò buttata là e a volte risulta
quasi incomprensibile perchè pronuncio le
parole alla velocità della luce. Quando la
sento, però, mi fa ridere.
 
2. VOCE DEL Dì DI FESTA
 
la voce che qualcuno ha definito "impostata" ma
effettivamente non è così è solo quella che uso
quando penso bene a ciò che dico o ci
tengo a far capire le parole che pronuncio.
E’ la voce che uso di meno,
perchè mi imbarazza un pò,
non sembra la mia e soprattutto la
sento troppo seria….anche se ad essere
proprio sincera è quella che mi piace di più
 
e voi che voce avete ?
 
 
L' Aurora di Leyla

…a te che sei qui con me, confuso nel mio respiro, dove non esistono confini, dove ogni silenzio è musica.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Gli Amabili Libri

Che altri si vantino delle pagine che hanno scritto. Io sono orgoglioso di quelle che ho letto.

maplesexylove

_Fall in love with style_

" i cunti"

Racconti e conversazioni dal Salento

LA PAGINA DI NONNATUTTUA

La strada giusta è quel sentiero che parte dal Cuore e arriva ovunque

Diabetic World Traveler

¿Quién dijo que la diabetes fuera un límite? Que nada te impida perseguir tus sueños...

elinepal

Mi ci mancava solo il Blog

SIGNORASINASCE alias Stefania Diedolo

Se Laura fosse stata la moglie di Petrarca, pensate che lui le avrebbe dedicato sonetti tutta la vita? George Byron

La Metamela

Nella citta’ della moda e degli aperitivi....e in un mondo dove se non ti sposi e non fai figli ti considerano «strana» come sopravvive una single?

OggiScienza

La ricerca e i suoi protagonisti

MiSCRI20

"scrivere a questo mondo bisogna, ma pubblicare non occorre"

GPM

Un blog dinamico per i veri appassionati di ciclismo.

Pensieri lenti

idee spunti testi saggezza poesia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: