Archivio mensile:maggio 2012

HAPPYDAY – 29 maggio e…

Il 29 maggio…è ufficiale…è il mio COMPLEANNO

E lo voglio FESTEGGIARE in modo BIZZARRO ma COLORATO e ALLEGRO e soprattutto con TUTTI VOI…OVUNQUE VOI SIATE…

LEGGETE TUTTI…come…(sotto scoprite i vari STEP…si aggiorneranno di ora in ora)

STEP 1:

Procuratevi 1, 2, 3 (quanti volete) PALLONCINI COLORATI e dopo averli gonfiati o averli fatti gonfiare …

lasciateli in un punto della città, della casa, dell’ufficio…e FATE UNA FOTO…poi linkatela all’evento…

Ogni palloncino sarà un GESTO D’AMORE per ME per VOI e per TUTTI… forza…forza…via con i palloncini…

STEP 2

L’ABBRACCIO – DonateVI con un abbraccio, un bacio, un sorriso, una carezza, una stretta di mano,

una parola il più dolce possibile alle persone che amate, che vi amano. A chi da un po’ non fate sentire il vostro calore…

Se poi vi va fotografate i vostri abbracci, baci, sorrisi … e … regalateCI momenti di AMORE condiviso…

…il “gioco” continua…

Addio luoghi comuni…Lentamente

Sembra stiano ritornando le “mezze stagioni”. Non stupiamoci, quindi, dei repentini cambi meteorologici. Attendevamo la “solita” estate in anticipo e ci troviamo ad affrontare una bizzarra e quanto mai inattesa primavera.

Addio luoghi comuni!

Ma non temete, l’estate arriverà e con essa anche il desiderio di andare al mare e mostrare i nostri bei corpi “torniti”. Non dirò che non siamo in tempo per correre ai ripari, però, facciamolo con calma e cautela.

Per far ciò vi svelerò un “segreto”. Infatti, diceva sempre una mia amica: “il segreto è mangiare lentamente”.

Ogni boccone va masticato con estrema calma. Piano, piano. Quasi che dopo non ci fosse altro da mangiare. Sembra utopistico come consiglio ma, provare non costa nulla e potremo scoprire il gusto che si avverte nell’assaporare ogni cosa, non solo il cibo. Lentamente. Senza fretta.

Ritroveremo, così, il gusto perduto di quando il cibo non era così abbondante da essere sprecato, come accade oggi. “Ah cari bei vecchi tempi!”

Nella lentezza, allora, il “segreto” del piacere senza tempo. Parola di Gg.

Fonte: L’Eco di Caserta – articolo di Giovanna Giaquinto

Uno “sfogatoio” per piacere

Questa mattina ero nel negozio di un’amica. Stavamo chiacchierando beatamente quando, all’improvviso è entrata una donna. Ha chiamato in disparte la mia amica e hanno cominciato a parlare. Il tono di voce è diventato sempre più basso, confidenziale. Dopo un po’ la donna ha cominciato a tirar su con il naso. Stava piangendo e la mia amica la consolava. Al termine della loro chiacchierata ho sentito la mia amica che diceva “non permettere a nessuno di toglierti il sorriso”. Gran bel consiglio che, ripeto quotidianamente a me e a tutti quelli che mi circondano eppure, non è semplice conservare il sorriso in questo mondo in cui, talvolta tutto sembra “andare in senso contrario”. Ci vuole forza d’animo e amore per se stessi per sorridere alla vita, altrimenti è impossibile. Troviamo ogni giorno una ragione che ci faccia stare bene, non permettiamo che le negatività, le “crisi” quotidiane ci portino fuori strada o la vita sarà una strada impervia. Abbiamo il potere per vincere ogni difficoltà, sta a noi crederci.

Intanto, alla mia amica ho suggerito di aprire uno sportello sulla strada e chiamarlo “sfogatoio”, perchè sempre più persone hanno bisogno di parlare, di farsi ascoltare. Sembra che al giorno d’oggi, nessuno sia più disposto a porgere l’orecchio verso le parole o le esigenze altrui ma…

La domanda che mi pongo e pongo a voi tutti è… ma noi, siamo certi che “ascoltiamo noi stessi?” – o forse, abbiamo bisogno delle orecchie altrui per ascoltare i nostri sfoghi perchè il nostro cuore è impegnato in altro?

Amore, ascolto, sorriso. Le tre parole che in questa nostra esistenza, in cui siamo alla continua ricerca del piacere, fanno la differenza.

Piacere? Il piacere non dipende dall’esterno ma dalla parte più intima della nostra anima, perchè un cuore che sorride e ama, dona calore al corpo ed alla mente. Parola di Gg

Fonte: L’Eco di Caserta – articolo di Giovanna Giaquinto

Uomo secondo natura per amore

CASERTA – Rimanere estasiati di fronte la bellezza di un luogo è un privilegio senza paragone. Troppo spesso, però, le bellezze che ci circondano, passano inosservate. Che peccato! Eppure, questa mattina procedendo in direzione di Caserta, dalla mia bella Casertavecchia, mi sono trovata di fronte un paesaggio mozzafiato. Il cielo terso, il sole a lambire la città e nel mio percorso, tra una curva e l’altra, d’improvviso, l’immagine imponente di quella Reggia Vanvitelliana illuminata da un raggio iridescente che ha evocato gli antichi fasti di un luogo che vive nella storia da tempo immemore e sa offrire un gusto nuovo a questa giornata di maggio, non proprio primaverile ma straordinariamente bella.

Guardiamoci intorno. Nella natura e nell’opera dell’uomo c’è una bellezza infinita che può portare la pace nel cuore di chi ha occhi puri per vedere oltre.

Buona giornata “oltretutto”. Parola di Gg

Fonte: L’Eco di Caserta – articolo di Giovanna Giaquinto

Prometto solennemente

OGGI dedico a ME STESSA questa canzone

e sempre a ME STESSA faccio una PROMESSA

 

Io non ti deluderò lo sai
voglio dirti che sarò capace
di proteggerti e di difenderti
se un giorno il buio insidierà la luce

E’ questa la promessa che faccio a te…a ME

in fede, Giovanna

Che ti scoraggi a fare?

Non vi dovete scoraggiare per gli insuccessi. E non
dovete dire: “Non è per me”. Sapete bene che il Signore si serve
di vecchie ciabatte per farne calzari di arcangeli, e usa vecchi
stracci di cucina per farne tovaglie di altare. (don Tonino Bello)

L’AMORE AMA

dall’AMORE all’ODIO, dicono, il passo è breve ma,

solo l’AMORE non prova ODIO ma, solo AMORE…

l’AMORE non pretende

l’AMORE non soffoca

l’AMORE non teme

l’AMORE non costringe

l’AMORE non disprezza

l’AMORE non giudica

l’AMORE non inganna

l’AMORE non dubita

l’AMORE non finge

l’AMORE semplicemente AMA

(Giovanna Giaquinto)

A maggio le bugie…

La bugia è uno dei peccati più comuni tra gli uomini e si è molto superficiali nel considerarla un peccato da poco. Non ci si preoccupa tanto di dire bugie ad ogni occasione di comodo. Si dirà che sono soltanto bugie di scusa o bugie senza danno o bugie utili ad evitare un male. Ma san Pio da Pietrelcina diceva che “le bugie di scusa sono le giaculatorie del diavolo: non portano danno agli altri ma lo portano alla nostra anima perché Dio è verità!”.

Il diavolo è bugiardo, è il vero padre delle nostre bugie! E’ lui che ci offre tutte le menzogne che noi distribuiamo di qua e di là con tanta disinvoltura. Il diavolo è tenebra di menzogna...Dio è luce di verità. L’anima sincera è luminosa, noi dobbiamo essere “figli della luce” (Gv 12,36); Gesù ha detto che il nostro parlare deve essere schietto e leale “Si si, no no” (Mt 5,37)

Dal CCC n. 2483: “La menzogna è l’offesa più diretta alla verità. Mentire è parlare e agire contro la verità per indurre in errore chi ha il diritto di conoscerla…”

E’ vero che molte volte la verità ci costerà disagi o dolori anche gravi. Ma che cosa è ciò di fronte all’offesa a Dio?

Se tutti leggessimo e meditassimo la pagina dell’epistola di san Giacomo sulla lingua, ameremmo certamente di più il silenzio e staremmo più attenti a usarla. Bugie, errori, calunnie, maldicenze, offese, turpiloquio, bestemmie…: tutto passa per la lingua. Guardiamo alla Madonna invece. Quanto silenzio nella sua vita! Silenziosa e luminosa…

Come sarebbe bello VIVERE almeno un giorno LIBERO da bugie di ogni tipo… “oggi” si potrebbe fare …

alle MAMME (ovunque siano) e ai FIGLI … non solo “OGGI” …

Oggi, domenica 13 maggio, si festeggia la mamma. Inutile dire che non credo sia necessario festeggiare qualcuno una sola giornata all’anno, quanto piuttosto ritengo che la festa diventi quotidiana se ogni giorno è vissuto con amore. Quanti gesti compiamo nella vita, ricordandoci di chi ci dona il suo amore incondizionato, proprio come fa la mamma che ci ha generato a questa vita? Tanti? Pochi? Nessuno? Non ha importanza. Ogni momento, può diventare il punto di inizio per cominciare a fare quello che fino a questo momento non si è fatto. Un piccolo gesto. Una parola calda. Uno sguardo carico d’amore. Un minuto del proprio tempo, per ascoltare le parole di chi ci può insegnare tanto o semplicemente, gioirebbe nel vederci lì vicino. Purtroppo, però, non tutti hanno la mamma e allora come fare? Amare sempre. La mamma, del figlio “sente” ogni gesto, anche quando il figlio pensa di non fare nulla per quella donna così cara. Quindi non temete. I vostri giorni sono stati cari a quel cuore di mamma che ora è nella parte più intima del vostro animo. Però, lo stesso, partite da questo momento. Iniziate un nuovo cammino. Non correte sempre. Ascoltate il vostro cuore e dedicate un pò di tempo a una persona cara. Un gesto. Una parola. Basta poco per far sentire importante qualcuno e godere della bellezza del beneficio arrecato. Ogni mamma, dal cielo, vi guarderà con dolcezza e sarà fiera di ogni vostro gesto d’amore. Allora, in questo giorno, alle mamme sulla terra, a quelle nei cieli, un sorriso e un pensiero dell’anima. A tutti i figli, perchè, tutti siamo figli, un abbraccio e l’augurio di riuscire a sentirci vicini l’uno con l’altro come in un grande abbraccio d’amore.

La parola “MADRE” è nascosta nel cuore

e sale alle labbra nei momenti di dolore e di felicità,

come il profumo sale dal cuore della rosa

e si mescola all’aria chiara. Kahlil Gibram

Fonte: ecodicaserta.it articolo di Giovanna Giaquinto

L' Aurora di Leyla

…a te che sei qui con me, confuso nel mio respiro, dove non esistono confini, dove ogni silenzio è musica.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Gli Amabili Libri

Che altri si vantino delle pagine che hanno scritto. Io sono orgoglioso di quelle che ho letto.

maplesexylove

_Fall in love with style_

" i cunti"

Racconti e conversazioni dal Salento

LA PAGINA DI NONNATUTTUA

La strada giusta è quel sentiero che parte dal Cuore e arriva ovunque

Diabetic World Traveler

¿Quién dijo que la diabetes fuera un límite? Que nada te impida perseguir tus sueños...

elinepal

Mi ci mancava solo il Blog

SIGNORASINASCE alias Stefania Diedolo

Se Laura fosse stata la moglie di Petrarca, pensate che lui le avrebbe dedicato sonetti tutta la vita? George Byron

La Metamela

Nella citta’ della moda e degli aperitivi....e in un mondo dove se non ti sposi e non fai figli ti considerano «strana» come sopravvive una single?

OggiScienza

La ricerca e i suoi protagonisti

MiSCRI20

"scrivere a questo mondo bisogna, ma pubblicare non occorre"

GPM

Un blog dinamico per i veri appassionati di ciclismo.

Pensieri lenti

idee spunti testi saggezza poesia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: