La strategia del sorriso

Sì avete letto bene. Ho intitolato questo post proprio così: la strategia del sorriso. Abbiamo trasformato la vita in una strategia. Tutto è organizzato e ci viene illustrato, inconsapevolmente. fin da quando siamo piccolissimi. Ci fanno crescere con le istruzioni per l’uso. Questo si fa. Questo no. Peccato che tutto quello che si fa da piccolissimi altro non è che espressione di “bisogni fisiologici”. Il ruttino. La scorreggina. Lo starnutino. Il ditino nel nasino (vabbè questo forse no). Però veramente. Sono tutte quelle cose che, piano piano, i genitori vietano ai piccoli della famiglia. Che crescendo, si sentiranno sempre più costretti e costipati. Non scoraggiate i piccoli dall’espletare le proprie “funzioni fisiologiche”. Non sono queste che li renderanno “educati” e “conformi” quanto piuttosto sofferenti. Saranno i primi momenti in cui cercheranno rifugi. Si nasconderanno per “fare qualcosa” che è comune a tutti. E li renderanno “vulnerabili”. Perchè “gli altri”, nel momento in cui, non riusciranno a “trattenersi”, li giudicheranno, li derideranno, li disprezzeranno. Davvero questo vogliamo? Davvero a questo ci siamo ridotti? Insegnamo ai piccoli a essere liberi ma non maleducati, a mettere una mano davanti alla bocca ma non a “chiudersi”, ad amare e non a disprezzare. A scoprire la bellezza del proprio essere umani. La fisologia umana è così meravigliosa, perchè stroncare le attività di una vita? E poi, ci pensate a quanto sono belle le foto spontanee? Quelle in cui ciascuno di noi ha un’espressione così particolare, così naturale, da sollevare un sorriso benevolo. Sì, proprio quelle che evitiamo fin da sempre. Ecco anche quelle “bocciamo” e ai piccoli insegniamo in “sorriso costruito”. “Dai, su, fai un bel sorriso. Dai, dai”. Ma dove si è visto mai, un sorriso a comando? Oggi, un pò ovunque, però, il sorriso è così bello e vero solo quando è spontaneo. E allora invertiamo la tendenza. Torniamo alla verità dei nostri gesti primordiali. Riscopriamo la bellezza di non essere costruiti ma liberi. Fin da bambini, ritroviamoci bambini. Sarà il primo passo verso la felicità. Parola di Gg

Annunci

Pubblicato il gennaio 10, 2015, in GIULIA con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. Ciao Gg
    Ho letto il tuo articolo e mi ha colpito fin da subito, forse perché giá dal titolo si intuisce che é interessante dato che contiene la parola “sorriso”.
    Credo sia la medicina piú potente che esista! Il sorriso é vita, é gioia, é amore e condivisione e al tempo stesso contagioso!
    Lo dice anche Neffa nella sua canzone che oggi per caso ascoltavo alla radio!
    “Non lo sai che quando sorridi
    è un attimo
    E così i pensieri più tristi
    svaniscono
    A che serve farsi la vita difficile
    se alla fine è gia complicata così com’è ”
    Che poi la vita non é complicata siamo noi che ce la complichiamo.
    Comunque tornando al tuo articolo ti faccio davvero i complimenti perché con umiltá e semplicitá sei riuscito a trasmettere e a comunicare un elemento positivo della nostra vita.
    Sorridere:)

    • Ciao Eleonora, bella la canzone di Neffa. Il sorriso non è una “banalità” come molti credono, purtroppo a la nostra carica vitale. Quell’energia che anche nei momenti di difficoltà ci aiuta. E poi se è qualcuno che incontriamo, mentre siamo un “scuri in volto”, che ci sorride, ci dà quella scossa a ricambiare e a non lasciarci imprigionare “dai problemi della vita”. Perchè è vero che ci sono ma ingigantirli li rende solo irrisolvibili. Un abbraccio a te e soprattutto un sorriso 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

L' Aurora di Leyla

…a te che sei qui con me, confuso nel mio respiro, dove non esistono confini, dove ogni silenzio è musica.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Gli Amabili Libri

Che altri si vantino delle pagine che hanno scritto. Io sono orgoglioso di quelle che ho letto.

maplesexylove

_Fall in love with style_

" i cunti"

Racconti e conversazioni dal Salento

LA PAGINA DI NONNATUTTUA

La strada giusta è quel sentiero che parte dal Cuore e arriva ovunque

Diabetic World Traveler

¿Quién dijo que la diabetes fuera un límite? Que nada te impida perseguir tus sueños...

elinepal

Mi ci mancava solo il Blog

SIGNORASINASCE alias Stefania Diedolo

Se Laura fosse stata la moglie di Petrarca, pensate che lui le avrebbe dedicato sonetti tutta la vita? George Byron

La Metamela

Nella citta’ della moda e degli aperitivi....e in un mondo dove se non ti sposi e non fai figli ti considerano «strana» come sopravvive una single?

OggiScienza

La ricerca e i suoi protagonisti

MiSCRI20

"scrivere a questo mondo bisogna, ma pubblicare non occorre"

GPM

Un blog dinamico per i veri appassionati di ciclismo.

Pensieri lenti

idee spunti testi saggezza poesia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: