Quel poco che non siamo

Veramente, con il tempo, impari che la vita non è semplice. E allora assapori gli istanti. E allora rendi preziosi gli eventi. E allora abbracci le persone. E impari a non complicare gli eventi. A non vincolare chi ami. A non temere il domani senza prima aver vissuto l’oggi. Fai tesoro di un sorriso e lo custodisci in eterno nella parte più remota del tuo essere. E ogni goccia che nasce dagli occhi di chi hai accanto è una ferita. Perchè nella vita, tutto vorresti fuorchè vedere il dolore in chi è parte di te. Ma non puoi privarti di nulla. Non puoi non vivere. Non puoi preservare nessuno. Puoi solo camminare. Essere quello che sei e pregare di poter condividere la gioia del tuo cuore piuttosto che la sua disperazione. La vita non è semplice. Ma soprattutto perchè noi la complichiamo con i nostri limiti. Con la nostra “pochezza”. Ignorando che non siamo poco, piuttosto, siamo l’immenso. E nei nostri respiri c’è la verità di una vita che ignoriamo e che troppo spesso rifiutiamo di considerare come l’amore più grande di questo eterno momento. Giovanna Giaquinto

Pubblicato il luglio 25, 2015, in GIULIA con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. Con questo tuo post stamani mi vieni incontro e fai luce dentro di me…..soprattutto con queste parole

    “Perchè nella vita, tutto vorresti fuorchè vedere il dolore in chi è parte di te. Ma non puoi privarti di nulla. Non puoi non vivere. Non puoi preservare nessuno. Puoi solo camminare….”

    La tendenza è di scappare, tapparsi le orecchie, ma questo sarebbe non vivere. Ed allora orecchie e cuore aperti. Grazie Giò.

  2. L’ha ribloggato su …Semplicemente insieme…e ha commentato:
    Con questo tuo post stamani mi vieni incontro e fai luce dentro di me…..soprattutto con queste parole

    “Perchè nella vita, tutto vorresti fuorchè vedere il dolore in chi è parte di te. Ma non puoi privarti di nulla. Non puoi non vivere. Non puoi preservare nessuno. Puoi solo camminare….”

    La tendenza è di scappare, tapparsi le orecchie, ma questo sarebbe non vivere. Ed allora orecchie e cuore aperti. Grazie Giò.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

L' Aurora di Leyla

…a te che sei qui con me, confuso nel mio respiro, dove non esistono confini, dove ogni silenzio è musica.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Gli Amabili Libri

il blog di francesca ottobre

" i cunti"

Racconti e conversazioni dal Salento

LA PAGINA DI NONNATUTTUA

C'è hi vede le foglie che muoiono, io preferisco vedere i colori che nascono

elinepal

Mi ci mancava solo il Blog

La Metamela

Nella citta’ della moda e degli aperitivi....e in un mondo dove se non ti sposi e non fai figli ti considerano «strana» come sopravvive una single?

OggiScienza

La ricerca e i suoi protagonisti

MiSCRI20

"scrivere a questo mondo bisogna, ma pubblicare non occorre"

Pensieri lenti

idee spunti testi saggezza poesia

52settimanediorganizzazione

Obiettivo: organizzazione! Voglio avere una casa ordinata, pulita e mia, a basso costo e col massimo rispetto dell'ambiente

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Il blog di Ehiweb

Ehiweb - Tanti servizi, un solo fornitore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: