Archivi categoria: GIULIA

La fiera dei miracoli

Ascolta La fiera dei miracoli” su Spreaker.

…a tutti “indistintamente”

E come in una staffetta, il nuovo anno ha preso il testimone dal precedente. Non ho recriminazioni da fare. E’ stato un anno sconvolgente. Un anno di giorni ricchi di tutte le sfumature possibili. Dubbi, paure, incertezze, novità, inizi, aperture, chiusure, gioie, stupore, scoperte, incontri. Quest’anno ho inteso un po’ di più la bellezza dell’Amore. L’arroganza della finzione e l’inutilità della menzogna. Ma anche la rinascita del sorriso. La comprensione. Il perdono. Il piacere puro di un abbraccio. Il bisogno di non avere bisogno. La capacità di sapersi donare. Il desiderio di correre. Il piacere di condividere. La forza della passione. L’Amore per la fotografia. L’ascolto della mia voce. La tenerezza delle mie mani. Ho ascoltato silenzi. Parole taciute. Ho ricevuto sonori schiaffi. Ho accolto l’aiuto di stupefacenti mani tese. Ho ritrovato persone smarrite. Ho respirato aria nuova. Pura. Ho compreso. Mi sono confidata. Senza paura. Ho lasciato da parte i miei limiti e ho scoperto la leggerezza dell’essere “liberi” di “essere”. Ora si ricomincia. Ma a dire il vero, semplicemente si continua. Con più consapevolezza e con la gioia di esserci. Con gratitudine per aver imparato, ancora una volta, una lezione e aver appreso l’arte del vivere il quotidiano senza fretta. Una cosa ancora, che dovrò imparare meglio è l’arte del tacere, quando parlare non serve, o arreca più danni che benefici. Ma soprattutto mi impegnerò a non affannarmi. A non inseguire. A non chiedere di più. E soprattutto cercherò di fare il possibile per arrivare, ovunque, un minuto prima e non dopo. Anche se credo sempre che l’istante non sia precisione ma solo esistenza. Quello è il momento. Guarderò di più il cielo e sconvolgerò ancora di più il mondo. Perché in fondo, se sono qui, è per una ragione ben più grande, altrimenti non ci sarei già da tempo. Custodirò gelosamente il sorriso, che quest’anno, ormai trascorso, ha cercato più volte di abbandonarmi. Mi amerò di più e avrò più fiducia in me stessa. Per il resto, miei cari, scriverò, giocherò, suonerò, leggerò … e metterò a frutto tutte le passioni che mi rendono “semplicesai” …

E a questo punto, buon 2017 a TUTTI “INDISTINTAMENTE”…senza distinzione di sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. Un sorriso. Gg

Amore o volontà?

Gelosia, possesso, rabbia. Nessuna di queste parole si identifica con Amore ma solo con la volontà di “avere”. Gg

Il giudizio che vale oro

Il tuo giudizio vale oro, ma solo se non giudica. Gg

Ma lascia stare ma chi te lo fa fare

 

E’ quando credi che il problema sia degli altri che in realtà scopri che è solo tuo. Gg

Quando pigli lucciole per lanterne sono …

Lucciola

Quando pigli lucciole per lanterne sono “cavoli amari”. Quando incontri una persona che, con il suo modo di fare, ti lusinga, ti investe di passione e ti lascia immaginare, ma sei tu che immagini, vedi il mondo con occhi diversi. Talvolta cupi. Perchè poi, scopri che quell’incontro era solo uno scontro. Un gradino in più verso la tua crescita personale. Ma quante lacrime ci vogliono per capirlo. Quante persone che ti dicono: lascia stare, ti farai male. Ma nessuna voce, per quanto tu sia consapevole che è veritiera, riuscirà a raggiungere la tua testa, il tuo cervello, il pensiero. Perchè tu credi che sia il cuore a giocare il ruolo più importante ma non è così. E’ la mente. La mente che si costruisce delle immagini, delle visioni non reali e soffrirai delle tue fantasie, finchè non scoprirai che sono fantasie e che le puoi convertire in immagini reali, in ritratti, in racconti, ma non in storie per la vita.

E poi, all’improvviso, arriva lei. La folgorazione. E tutto torna al posto giusto. O meglio, tutto torna nel caos e dal caos si arriva alla vita vera. Non abbiate paura. Non continuate a “soffriggere” per quell’ incontro irrealizzabile. non lottate contro la Vita. La Vita è vostra alleata. Datele fiducia e lasciate fare. Non vi affidate al vostro controllo.

Non di sole briciole vive l’uomo, ma anche la donna

pagnotta-farcita

Perchè accontentarsi delle briciole, quando si può avere la pagnotta intera? 😉

Pronunciar parole d’amore al vento

dig

Pronunciar parole d’Amore al vento non è facile. Anzi. Qualcuno direbbe: “stai dando le perle ai porci”. Ma siamo sicuri? Chi riesce, in questo mondo, a sentir nel proprio cuore Amore, Amore vero, senza però trattenerlo, riuscendo, a manifestarne l’essenza, a rischio di veder deluse le proprie speranze, non è un illuso ma un coraggioso. Nessuno, o meglio, quasi nessuno, vuole rischiare. Nessuno, riesce a lasciarsi andare. Tutti vogliono la certezza. Tanti preferiscono la certezza. Ma l’Amore, è anche questo. Un salto nel vuoto. Un’attesa mai ricambiata. Un abbraccio senza corresponsione. L’Amore, non è donare per ricevere, ma donare perchè si è già ricevuto. Un Amore grande non viene dall’esterno ma dal profondo del proprio essere. Un sorriso a forma di arcobaleno e non temete l’Amore, esso vi aiuterà a comprendere il non Amore. Gg

Autodisciplina

Qualcuno ieri, mi ha parlato di autodisciplina. Parlavamo di scrittura. Sì, “lei” mi ha parlato di autodisciplina. Si riferiva alla scrittura. A volte, bisogna darsi delle regole per scrivere, soprattutto se lo si vuole fare costantemente. Io lo vorrei tanto. Mi lamento sempre che non sono in grado di scrivere un “testo un pò più” lungo, ma la verità è che parto sconfitta a priori. E non va. La sconfitta è nel non partire non nel non tentare. Mi darò anche io un’autodisciplina e vedremo cosa verrà fuori. A voi, oltre le mie parole “deliranti” un sorriso e buona serata. Gglegge_contratto_legge_1313153_s

Saremo mai fuori dagli schemi?

snoo

Per quanto sembrino ugali, non è così. Ogni giorno è differente dall’altro. Proprio come le persone. Differenti eppur simili. Complesse eppure semplici. Alla ricerca di un’isola che non c’è ma nel contempo immerse in una vita, ai più, degna di rispetto. Talvolta le scelte compiute, più che consone alla propria volontà, sono in linea con il giudizio della società. Quella società che, per nostra volontà, annienta il libero arbitrio e determina decisioni che non scandalizzino nessuno. Eppure, nella nostra infinita stoltezza, non ci rendiamo conto che la società ci osserva per un attimo e nulla più. Invece, siamo noi, che crediamo di essere sempre nell’occhio del ciclone, per poi renderci conto, solo verso la fine del cammino che nessuno stava scrutando noi, se non proprio noi stessi e che tanti passi non li abbiamo compiuti, solo per il timore di essere valutati “anormali”, “diversi”, dei “mostri sociali” o, semplicemente, fuori dagli schemi. Eppure, essere fuori dagli schemi è proprio la nostra salvezza. Gg

L' Aurora di Leyla

…a te che sei qui con me, confuso nel mio respiro, dove non esistono confini, dove ogni silenzio è musica.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Gli Amabili Libri

Che altri si vantino delle pagine che hanno scritto; io sono orgoglioso di quelle che ho letto. (Jorge Luis Borges)

maplesexylove

_Fall in love with style_

" i cunti"

Racconti e conversazioni dal Salento

LA PAGINA DI NONNATUTTUA

La strada giusta è quel sentiero che parte dal Cuore e arriva ovunque

Diabetic World Traveler

¿Quién dijo que la diabetes fuera un límite? Que nada te impida perseguir tus sueños...

elinepal

Mi ci mancava solo il Blog

SIGNORASINASCE alias Stefania Diedolo

Se Laura fosse stata la moglie di Petrarca, pensate che lui le avrebbe dedicato sonetti tutta la vita? George Byron

La Metamela

Nella citta’ della moda e degli aperitivi....e in un mondo dove se non ti sposi e non fai figli ti considerano «strana» come sopravvive una single?

OggiScienza

La ricerca e i suoi protagonisti

MiSCRI20

"scrivere a questo mondo bisogna, ma pubblicare non occorre"

GPM

Un blog dinamico per i veri appassionati di ciclismo.

Pensieri lenti

idee spunti testi saggezza poesia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: