Archivi categoria: Umore

Aggiornamento Meteo: Sereno Avariabile

 

Penso a quella benedetta porta che ha sbattuto tutta la notte. Ed io? Ed io sono troppo pigra. Ho preferito rimanere al calduccio e ogni tanto sentire la cadenza della porta piuttosto che alzarmi e chiuderla.

La pigrizia è veramente una brutta “bestia”. Però come si stava bene a letto mentre fuori imperversava la tempesta. Vabbè tempesta è un pò esagerato, però pioggia e vento si sono dati da fare.

E ora il cielo è ancora un pò indeciso. Pioggia e a tratti sole si alternano giusto per non farci annoiare e per lasciarci in precario equilibrio. Ma anche questo ci piace.

E oggi, visto che stiamo arrivando alla conclusione di questo mese si pagano le pendenze. L’iscrizione all’ordine dei giornalisti e il bollo auto. E vabbè togliamoci anche questi ultimi pensieri di gennaio.

E voi che impegni avete? Siete pigri come me o vivaci e sempre pronti a buttarvi da una parte all’altra?

Comunque, tempo bizzarro e tempo mutevole, un sorriso e buona giornata. Gg

a propostio di CONSIGLI…vi volevo dire che…

 


 
 
tutto ciò che so

te lo insegnerò
 
[…]
 
tu guiderai
tu lo insegnerai
ad un altro
come te
 
 
 
per Amore si può provare
a dare un consiglio
ma sempre per Amore
è necessario accettare
che non sempre i consigli
saranno graditi
 
"ascoltate ciò che dico non fate ciò che faccio"
 
e ora una formula magica
 
"bada ben bada bene"
 
per imparare a vedere ciò che è
esattamente per quel che è
al di là di quello che vorremmo fosse
 
"ascoltare, guardare, toccare…VIVERE"
 
 

 

oggi ho deciso di chiudere una parentesi della mia vita…
e così vi dedico un video "a colori"

 
VIVERE a colori!
perchè per quanto
tutto possa apparire difficile
è sempre più semplice
di quanto crediamo.
 
vi abbraccio…
 
Giovanna

 

 … si alzi il sipario …

 

Starò fuori qualche

giorno per lavoro,

in mia assenza

divertitevi con i colori

di questo video

 


  

 … i protagonisti ora siamo davvero noi …

 

 

 

"…lasciami bagnare lo spirito con i colori, lasciami riempire il fiato con il tramonto e sorseggiare dalla magia dell’arcobaleno e del soave mattino. I colori sono esseri abbaglianti che nascono dal carattere e dall’eccitazione dei sentimenti e attraverso loro l’esistenza parla ad ogni creatura umana…"(khalil gibran)

 

 

 

ecco le parole che pronuncio in silenzio al mio cuore che negli ultimi dieci giorni non è riuscito a vivere questa esistenza con la leggerezza dello stupore, con lo sguardo candido del bambino, con le parole cantate al vento con i pensieri liberi dalle paure, con la certezza che nasce dalla speranza e soprattutto con l’abbraccio del sole…insomma si è dimenticato di lasciarsi andare. si è dimenticato che "crescere" non vuol dire smettere di giocare o sognare ma vuol dire semplicemente giocare e sognare prestando maggiore attenzione a ciò che abbiamo intorno e alle persone che quotidianamente incontriamo – "crescere è imparare una nuova melodia non dimenticando quelle che già abbiamo nel cuore" – oggi ho detto "basta" e da questo momento il mio cuore ricomincerà ad intingere le emozioni nei colori della vita e non permetterò che ne lasci "sfumare" nessuno.un sorriso by Gg

 

 

 

 

"…mela intervista…"

 

 

Donnarock: Gent. ma Sig. Mela, come mai è venuta a far visita al blog di Semplicità?

 

Mela: Voci di Macedonia, il paese da cui provengo han detto che in questo blog ci si sentiva come a casa e così, visto che sono curiosa…ho provato…sono salita a bordo della Zucca trainata da Fantasia e Magia, i due cavalli alati di maga Zucchina sono arrivata fin qui…

 

Pina e Donnarock: Cosa hai trovato di bello? Sono vere le voci che corrono a Macedonia?

 

Mela: solitamente, a Macedonia girano tante leggende metropolitane, insomma inventano storielle di tutti i tipi. Ad esempio, Anna la Fragola, un giorno ha raccontato che c’era Mela Annurca che andò in un paese curioso di nome Metamorfosi, perchè si era innamorata di Lampone Vagabondo, se non sbaglio era un violinista e attratta dalla sua musica lo aveva seguito in questo paese curioso. Ma appena oltrepassato il confine, Lampone si era trasformato in un Fiume che tutti chiamavano Tagigi e ogni volta che accarezzava gli argini emetteva un suono melodioso. Mela Annurca perse il suo Amore e cominciò a piangere e d’improvviso sentì una voce che le sussurrò: "non fare così". Si guardò intorno, ma non vide nessuno…ma all’improvviso sentì un prurito al picciolo e vide affacciarsi Bruco Io. Mela urlò per lo spavento e Bruco cadde per terra e come toccò il suolo si trasformò in una colorata farfalla. Mela dimenticò subito Lampone e cominciò a sorridere e si rese conto che quello non era il posto per lei anche se era molto bello e soprattutto quello, non era amore. Salutò e Ringraziò Bruco Io divenuto Farfalla Colorata e tornò nella sua terra recitando un antico proverbio: "frutti e ortaggi se li vuoi solo dei paesi tuoi". Ancora non si sa se la storia sia vera. Per quanto riguarda Semplicilandia, invece,  mi sento proprio bene anche se queste tedine azzurre stonano un pò con le mie guanciotte, però ci si può accontentare e poi ci siete voi che mi fate sentire importante con queste domande…Se continuate sono più contenta…

 

Donnarock: Hai paura dei vermiciattoli?

 

Mela: No, assolutamente. Anzi, molto spesso li tengo al caldo nel mio pancino e li nutro ma, c’è sempre un però, io, come molte mie amiche, soffriamo tantissimo il solletico e i vermicelli, si muovono con quell’andamento sussultorio ondulatorio che…hhhhmmmm… non ti so dire ma è terribile…mi scendono tutte le goccioline di rugiada a furia di ridere

 

Donnarck: Cosa pensi riguardo al ruolo che ha avuto la tua collega nella vicenda di Biancaneve? Mi permetto di darti del tu perchè vedo che sei un frutto a modo.

 

Mela: Ovviamente tu parli di Mela Avvelenata. Purtroppo in ogni famiglia ci sono le Mele Marce e la povera Mela Avvelenata è stata solo una vittima delle circostanze. Ricordo che fin dall’infanzia ha sofferto. I suoi genitori vivevano separati, la sua mamma così dolce e matura,  viveva in una cassetta a quattro scomparti con giardino con la figlia, però per pagare le bollette, doveva lavorare tanto. Aveva il compito di aiutare le maestre nelle scuole elementari e quindi passava gran parte del suo tempo fuori casa. Sai lei si occupava dei problemi del tipo:"la mamma ha una mela e 3 figli in quanti spicchi la deve dividere per poterne dare uno ciascuno e averne uno in più per gli ospiti?" – insomma aveva un ruolo piuttosto importante. Il papà di Mela Avvelenata invece non ne voleva proprio sapere di maturare e così continuava a vivere sull’albero dove si occupava di rilevare i cambiamenti meteo che trasmetteva in tempo reale a Melaset, ma purtroppo veniva pagato poco o niente. Quindi, Mela Avvelenata trascorreva molto tempo da sola e finì per frequentare cattive compagnie che le imposero di partecipare ad un rito di iniziazione che consisteva nello specchiarsi almeno una volta nello specchio delle brame della matrigna di Biancaneve. Purtroppo Mela Avvelenata non era molto agile e si fece scoprire dalla Matrigna…e il resto della storia è ben noto. Purtroppo la piccola Mela ha avuto un ruolo deprecabile nella storia ma proprio in questi giorni ho saputo dalla mamma che vive in una comunità di recupero a sembra che sia quasi uscita dal Tunnel dei Veleni tanto che canta notte e giorno "sono fuori dal tunnell dell’avvelenamento…". Speriamo non la mandino via prima del tempo.

 


Intervista a cura di Semplicesai (alias Giovanna Giaquinto)

 

il mondo intero è in guerra

perchè è alla ricerca della pace

 

(o forse no?) 

 

 

 

 

 
 
 
papero sul
piede di guerra
 
 
"double bubble
double bubble gum"
(e ho detto tutto)
 
     
 
Hey Papero tranquillo…noi riscriviamo la storia con l’aiuto di:
 
GRANDE PAPERoTTO

   

uno spirito libero
lascialo Volare
(Gg)
L' Aurora di Leyla

…a te che sei qui con me, confuso nel mio respiro, dove non esistono confini, dove ogni silenzio è musica.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Gli Amabili Libri

Che altri si vantino delle pagine che hanno scritto; io sono orgoglioso di quelle che ho letto. (Jorge Luis Borges)

maplesexylove

_Fall in love with style_

" i cunti"

Racconti e conversazioni dal Salento

LA PAGINA DI NONNATUTTUA

La strada giusta è quel sentiero che parte dal Cuore e arriva ovunque

Diabetic World Traveler

¿Quién dijo que la diabetes fuera un límite? Que nada te impida perseguir tus sueños...

elinepal

Mi ci mancava solo il Blog

SIGNORASINASCE alias Stefania Diedolo

Se Laura fosse stata la moglie di Petrarca, pensate che lui le avrebbe dedicato sonetti tutta la vita? George Byron

La Metamela

Nella citta’ della moda e degli aperitivi....e in un mondo dove se non ti sposi e non fai figli ti considerano «strana» come sopravvive una single?

OggiScienza

La ricerca e i suoi protagonisti

MiSCRI20

"scrivere a questo mondo bisogna, ma pubblicare non occorre"

GPM

Un blog dinamico per i veri appassionati di ciclismo.

Pensieri lenti

idee spunti testi saggezza poesia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: