Archivi Blog

C’è una leggerezza in questa vita di cui hai bisogno

Foto di Giovanna Giaquinto

Non è semplice. Ma come lo spieghi  che ci sono cose che ti fanno male? Fa male veder fallire l’ennesimo progetto che sembrava essersi davvero concretizzato. Fa male essere fuori da quella realtà in cui eri entrata, per caso, in punta di piedi. Una realtà dove le persone entrano per “conoscenza”. Mentre tu eri entrata con la forza delle tue idee che eri riuscita a concretizzare. Un progetto che ancora vive mentre tu ne sei fuori. E oggi, ancora cerchi di far valere le tue idee e realizzare un progetto che vorresti andasse avanti ma ti rendi conto che c’è sempre chi non è chiaro. Non vuole essere chiaro. Vuole usarti e poi, di sicuro, ti manderà via alla prima occasione. Fa male. Fa male vedere che l’ambiente che dovrebbe essere accogliente e in grazia divina, in realtà è solo una vicenda casuale per pochi eletti. E tu sei là che guardi. E loro sono là che vedono. E ridono. E tu non hai mai fatto male a nessuno. E questo è quello che non ti perdoneranno mai. Hai solo messo a disposizione le tue capacità. E oggi, tu, che sai fare, sei ancora lì a cercare la tua strada. Mentre loro che non sanno fare ancora godono delle tue opere. Nessuno ti ha tutelata. Neanche chi poteva. E oggi cerchi di venirne fuori. E neanche oggi ti tuteleranno. Forse non lo devi spiegare. Devi solo accettarlo e allontanarti da quell’ambiente. Da quelle persone. Ma il dubbio. “E se …” ti impediscono di muovere quei passi che ti porterebbero lontano. Ma solo perchè lo sai, i tuoi progetti devono cambiare. Della tua vita devi fare altro. Ti devi abbracciare e crescere. Allenta la tensione alle mandibole e vai avanti.. C’è una leggerezza in questa vita di cui hai bisogno. E ora devi farlo. Ne va della tua esistenza. Ora. Ok. Vado. Gg

“La leggerezza, per alcuni, non è facile ma, non è una meta impossibile. Anche perchè, in realtà è un punto di partenza. Respira e vai. Con coraggio” Gg

Come ha inizio una rivoluzione?

trasformazioni

In questi giorni, ho riscoperto il piacere del blog, quello dei primi tempi. Un pensiero, un’immagine, una risata. Non tante parole ma, una vastità di riflessioni che “getto” di impulso su queste pagine. Momenti di condivisione per crescere, per cambiare, per scoprire, per giocare.

Ma, oggi, sto riflettendo su come dare un nuovo impulso vitale a questo blog. Vorrei proprio rivoluzionarlo un pò.

Se avete consigli, suggerimenti, domande, scrivete, scrivete pure. E vedremo cosa ne verrà fuori.

Un sorriso con un’immagine che mi piace molto e buon pomerigGiò :O)

Gg

Emma e Black … “una bambina felice guarisce prima”

Una Vita che va e una che rinasce …

Questa bambina, la scorsa notte ha ricevuto un trapianto di cuore.

Due pensieri sorgono spontanei. Il primo è che la bambina può vivere ancora grazie a un trapianto di cuore ma, il cuore apparteneva a un bimbo di 4 anni che è morto. I suoi genitori hanno deciso di donare gli organi, permettendo a un’altra bambina di continuare la sua esistenza. Un misto di dolore, gioia, speranza e vita. In questo mondo dove tutto sembra essere una corsa verso una “meta” pressochè inesistente, la vita procede e intreccia rapporti di cui, forse, mai capiremo il senso.

Per una nuova vita, un’altra vola via. Perchè? Non so ma così è …

Il secondo pensiero va al dottore che ha in cura la piccola Emma. Qualche giorno fa, infatti, era stato dato ai genitori il permesso di portare nel reparto dove è ricoverata, il suo cane Black, dicendo che “una bambina felice guarisce prima” – e un cane può dare una immensa felicità.

Buona serata, Gg

L'Iride News

Beautiful mind in a beautiful world

L' Aurora di Leyla

…a te che sei qui con me, confuso nel mio respiro, dove non esistono confini, dove ogni silenzio è musica.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

" i cunti"

Racconti e conversazioni dal Salento

LA PAGINA DI NONNATUTTUA

C'è hi vede le foglie che muoiono, io preferisco vedere i colori che nascono

elinepal

Mi ci mancava solo il Blog

La Metamela

Nella citta’ della moda e degli aperitivi....e in un mondo dove se non ti sposi e non fai figli ti considerano «strana» come sopravvive una single?

OggiScienza

La ricerca e i suoi protagonisti

MiSCRI20

"scrivere a questo mondo bisogna, ma pubblicare non occorre"

Pensieri lenti

idee spunti testi saggezza poesia

52settimanediorganizzazione

Obiettivo: organizzazione! Voglio avere una casa ordinata, pulita e mia, a basso costo e col massimo rispetto dell'ambiente

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Il blog di Ehiweb

Ehiweb - Tanti servizi, un solo fornitore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: