Archivi Blog

Fai ciò che ti rende felice?

C’è tutto il tempo che “vuoi”

Ma questo tempo è così prezioso

che non ci possiamo permettere

il “lusso” di sprecarne

neanche un solo istante

Gg

Aggiornamento Meteo: Sereno Avariabile

 

Penso a quella benedetta porta che ha sbattuto tutta la notte. Ed io? Ed io sono troppo pigra. Ho preferito rimanere al calduccio e ogni tanto sentire la cadenza della porta piuttosto che alzarmi e chiuderla.

La pigrizia è veramente una brutta “bestia”. Però come si stava bene a letto mentre fuori imperversava la tempesta. Vabbè tempesta è un pò esagerato, però pioggia e vento si sono dati da fare.

E ora il cielo è ancora un pò indeciso. Pioggia e a tratti sole si alternano giusto per non farci annoiare e per lasciarci in precario equilibrio. Ma anche questo ci piace.

E oggi, visto che stiamo arrivando alla conclusione di questo mese si pagano le pendenze. L’iscrizione all’ordine dei giornalisti e il bollo auto. E vabbè togliamoci anche questi ultimi pensieri di gennaio.

E voi che impegni avete? Siete pigri come me o vivaci e sempre pronti a buttarvi da una parte all’altra?

Comunque, tempo bizzarro e tempo mutevole, un sorriso e buona giornata. Gg

Cambiamente: qualcosa accadrà

pesce

Sembra banale ma, vi garantisco che così non è. Passiamo giornate intere (non tutto il giorno, è ovvio ma le ore sommate producono quale risultato i “nostri giorni”) a lagnarci di quello che vorremmo raggiungere, degli obiettivi che vorremmo perseguire, dell’impossibilità di ottenere qualcosa e non facciamo l’essenziale. Cambiamo prospettiva. Facciamo quello che finora non abbiamo mai fatto. E’ garantito. Qualcosa accadrà. Parola di Gg

Il momento del cambiamento ha inizio da qui

Non è tutto facile. No. Però non è neanche impossibile trasformare gli istanti della vita in opportunità. In fondo la pigrizia. La paura L’inedia. L’invincibilità. La convinzione dell’eternità in terra. Tutto questo ci lega al suolo. Ci impedisce di saltare. Di fare quel balzo che ci consente di cambiare qualcosa di noi che proprio non va. Ma poi, è un istante a cambiare il corso della vita. All’improvviso ci sentiamo “persi” o stanchi o semplicemente la forza di “crescere” ci fornisce quell’input, quella spinta che ci serve per dire: “ora basta. NO. Adesso, non fra poco, domani o lunedì è il tempo di un nuovo me“. Ed è a quel punto che la strada si apre. Certo un passo alla volta. Ma decidere di “volare” è il primo passo per “volere” una nuova possibilità. E la possibilità c’è, bisogna solo avere il coraggio per rispondere “sì”- Ora è il momento del cambiamento. Io comincio da qui e reinvento la mia vita. Abbasso ciò che mi sembra negativo e mi fa stare male e mi prendo cura del mio “corpo” e della mia “anima”. Spero che anche tu stia già facendo lo stesso o che, magari, inizi oggi, con me. Perchè il primo passo fornisce un’energia indissolubile. Parola di Gg

Quante storie ha da raccontare questo mondo. Ieri, ad esempio ho scoperto che …

Ieri ti ho incontrata per la seconda volta. Eri lì. Seduta sullo scalino di ingresso di un negozio. Ho stentato a riconoscerti. Avevi in mano i tuoi soliti foglietti. Le tue storie. Piccole tracce di fiabe narrate. Però la testa china. Sembrava non fossi in questo mondo. Ho pensato di avvicinarmi. In un primo tempo non l’ho fatto. A pochi passi, un uomo da capelli lunghi e grigi, appollaiato su uno sgabello, faceva scivolare le sue dita su una chitarra classica. Lo spartito su un leggio di fronte a sè e le sue mani che correvano veloci sulle corde di nylon dello strumento vivo come non mai. Lo avevo già incontrato poche ore prima. In via Mazzini. Le sua dita arrancavano sulle corde. Sono passata rapidamente. Mi ha stupita la lentezza dei suoi gesti. Ora in via San Giovanni, lo spettacolo era totalmente differente. E poi, lei. Sono ritornata sui miei passi. Mi sono avvicinata, cercando di scorgere i tuoi occhi? Eri tu oppure no? Man mano che mi avvicinavo, ho compreso che eri proprio tu. Eppure … Penso di averti fatto ombra. Ti sei accorta di me. Hai alzato la testa. Ho allungato la mano. Volevo mi dessi una delle tue favole. Non hai capito. Allora ho avuto la certezza che fossi altrove. Mi hai dato la mano. Ho guardato i tuoi occhi e ho chiesto “tutto bene?”. E lei “sì”. “Ho visto che eri con la testa abbassata …”. E lei “stavo ascoltando …”. Sì, il suono della chitarra l’aveva portata lontana. Finora l’ho incontrata sempre sola. Un giorno conoscerò la sua storia. Per ora, sono felice che le sue storie continuano a viaggiare per la città. Ho guardato il chitarrista e le ho detto “l’ho sentito prima a via Mazzini. Qui suona molto meglio”. E lei: “sì di là c’è troppo casino”. Vero. La musica ha bisogno del suo silenzio per poter cantare. Ho sorriso e ho ripreso a cammnare. Ho salutato lei, Giovanna e senza voltarmi ho pensato a quante persone contiene questo mondo e quante storie può raccontare. Tempo. Ci vuole tempo per procedere. Fermarsi. Ascoltarsi e raccontare.

…tutta una questione di TEMPO…

...tutta una questione di TEMPO...

…lascia pure che il TEMPO si realizzi in TE… un sorriso e BUON SABATO by Gg

L' Aurora di Leyla

…a te che sei qui con me, confuso nel mio respiro, dove non esistono confini, dove ogni silenzio è musica.

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Gli Amabili Libri

Che altri si vantino delle pagine che hanno scritto. Io sono orgoglioso di quelle che ho letto.

maplesexylove

_Fall in love with style_

" i cunti"

Racconti e conversazioni dal Salento

LA PAGINA DI NONNATUTTUA

La strada giusta è quel sentiero che parte dal Cuore e arriva ovunque

Diabetic World Traveler

¿Quién dijo que la diabetes fuera un límite? Que nada te impida perseguir tus sueños...

elinepal

Mi ci mancava solo il Blog

SIGNORASINASCE alias Stefania Diedolo

Se Laura fosse stata la moglie di Petrarca, pensate che lui le avrebbe dedicato sonetti tutta la vita? George Byron

La Metamela

Nella citta’ della moda e degli aperitivi....e in un mondo dove se non ti sposi e non fai figli ti considerano «strana» come sopravvive una single?

OggiScienza

La ricerca e i suoi protagonisti

MiSCRI20

"scrivere a questo mondo bisogna, ma pubblicare non occorre"

GPM

Un blog dinamico per i veri appassionati di ciclismo.

Pensieri lenti

idee spunti testi saggezza poesia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: